Osservatorio ESG

Lunedì, 5 Marzo, 2018

L’OSSERVATORIO ITALIANO PER LA FINANZA SOSTENIBILE

La Federazione Banche Assicurazioni e Finanza - FeBAF nella propria newsletter del 2/2018 ha dato comunicazione che il 24 Gennaio 2018 il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha firmato il decreto che formalizza l’istituzione dell’Osservatorio italiano per la Finanza Sostenibile indicando che tale decreto è l’ultimo atto, in ordine temporale, del percorso avviato a partire dall’inizio del 2016 dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) in collaborazione con UNEP Inquiry (iniziativa del Programma ambientale dell’ONU per promuovere politiche a supporto della finanza per lo sviluppo sostenibile) con la costituzione del Dialogo Nazionale per la Finanza Sostenibile e la presentazione del rapporto “Finanziare il futuro” realizzato con le principali associazioni e i regolatori del settore finanziario nazionale. 

Di seguito vengono riportati i principali articoli del Decreto Ministeriale

Art.1

E' istituito presso il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare l’Osservatorio Italiano sulla Finanza Sostenibile. L’Osservatorio ha il compito di monitorare l’attuazione delle opzioni e delle raccomandazioni suggerite nel rapporto “Finanziare il Futuro”, risultato del Dialogo Nazionale dell’Italia per la finanza sostenibile, e nel rapporto “Financing a Sustainable European Economy'” del Gruppo di esperti di alto livello dell’UE sulla Finanza sostenibile, nonché di monitorare le iniziative per una finanza verde e sostenibile avviate a livello ONU, UNEP, G7, G20 e dalla comunità finanziaria internazionale.

Art.2

L’Osservatorio, in particolare, si occuperà di:

  • a) promuovere attività finanziarie sostenibili dei centri finanziari italiani in collegamento con i centri finanziari internazionali;
  • b) incoraggiare il ruolo della finanza verde a sostegno di una reindustrializzazione sostenibile;
  • c) integrare nella dimensione nazionale gli sviluppi internazionali relativi alla finanza verde e sostenibile;
  • d) monitorare le possibilità di mobilitazione di capitali privati a favore di uno sviluppo sostenibile.

Art. 6

L’Osservatorio opera mediante i seguenti gruppi di lavoro, che riportano alla riunione plenaria dell’Osservatorio: 

  • 1) Centro finanziario italiano per la sostenibilità;
  • 2) Finanza verde per la reindustrializzazione;
  • 3) La dimensione internazionale; 
  • 4) Monitoraggio di attuazione delle 18 opzioni del rapporto Finanziare il Futuro.

Per dare attuazione alle proposte del rapporto “Finanziare il Futuro”, il gruppo di lavoro 4) può proporre alla Plenaria dell’Osservatorio la costituzione di ulteriori gruppi di lavoro.

Andrea Gasperini
Responsabile area Sostenibilità di Aiaf