Osservatorio ESG

Lunedì, 13 Novembre, 2017

ETF: INVESTIRE SECONDO I VALORI MORALI E SOCIALI DELLA BIBBIA

Oggetto di una strategia di investimento denominata Biblically Responsible Investing (BRI) sono quelle aziende che operano in modo coerente secondo i valori morali e sociali della Bibbia.

Prevalente metodologia di investimento adottata è quella di Impact Investing che si pone l’obiettivo di risolvere, in modo specifico, problematiche sociali ed ambientali e quella di Best in Class Investing che si concentra sull’investimento in aziende di ogni settore che sono leader per quanto riguarda il loro comportamento sociale, morale e ambientale e, grazie all’endorsment dato a queste aziende da parte degli investitori, vengono stimolate anche le altre aziende che operano nel medesimo settore a migliorare le proprie pratiche ESG.

Disinvestire (divesting) “ciò che è male” può essere considerata invece la reazione più semplice da seguire per quelle aziende che violano la morale biblica, per quanto un impegno di azionariato attivo e confronto con queste aziende sulle tematiche ESG presenta maggiori probabilità di promuovere un cambiamento e alcuni investitori hanno scelto di impegnarsi in attività di engagement nei confronti di queste società con comportamenti controversi prima eventualmente di cederle per cercare, se possibile, di indurle a mutare la propria condotta.

Più comuni strategie di investimento BRI prevedono l’esclusione di quelle aziende che non operano in modo coerente con la morale biblica, e per l’investitore che non ha il tempo o la competenza da dedicare ad iniziative di endorsment piuttosto che di engagement, questo è un metodo valido per preservare i suoi personali valori biblici.

Vengono quindi escluse le aziende che traggono vantaggi da attività quali l’aborto, la pornografia, gli alcolici, il tabacco ed il gioco d’azzardo, hanno stili di vita LGBT (Lesbian, gay, bisexual e transgender), violano i diritti umani, sono anti-family entertainment ed ulteriori tematiche che vengono affrontate sono quelle del cambiamento climatico, le armi e le modalità di remunerazione del board, l’esercizio di attività in paesi sponsor di atti terroristici, con sistemi oppressivi di governo e paesi in cui sono note violazioni dei diritti umani legate alla persecuzione o alla grave discriminazione nei confronti dei cristiani e l’adozione di pratiche di lavoro discutibili.

Viene invece assegnato un giudizio positivo alle aziende che hanno scelto trasparenti politiche e procedure per quanto riguarda il coinvolgimento in attività allineate ai valori biblici, ad esempio, nelle seguenti categorie:

  • prodotti e servizi per la cura delle malattie, per migliorare le opportunità educative, cibo, acqua, rifugio, abbigliamento e servizi sanitari per i poveri ed emarginati o prodotti o servizi a tema cristiano;
  • attenzione al posto di lavoro (incoraggiando la disponibilità di più tempo da dedicare alla famiglia, offrendo migliori pacchetti di welfare aziendale ai dipendenti rispetto ai peer industriali e un ambiente di lavoro sicuro e sano);
  • benefici a favore delle comunità in cui operano attraverso la filantropia e il volontariato; e
  • la protezione dell’ambiente.

Nell’anno 2017 tra gli ETF quotati al Nasdaq che indicano nei rispettivi prospetti informativi di seguire una metodologia di investimento allineata con i valori biblici ed i fattori ESG precedentemente indicati quattro sono quelli presentati dalla società Inspire Investing Global Hope con sede ad Hollister in California.

  • Inspire 100 (ticker BIBL). Investe in grandi aziende esclusivamente statunitensi con almeno 20 mld di dollari di capitalizzazione, e la metà delle commissioni della società emittente vengono devolute a progetti specifici tipo distribuzione di Bibbie, assistenza ai rifugiati siriani, sostegno alle attività di evangelizzazione. https://www.etfexpress.com/2017/11/01/257825/inspire-launches-bibl-etf
  • Inspire Global Hope Large Cap ETF (ticker BLES). BLES, dopo aver effettuato uno exclusionary screening sulla base di parametri ESG, seleziona quattrocento aziende a grande capitalizzazione, di cui 50% titoli nazionali, 40% nei titoli esteri sviluppati e 10% nei titoli del mercato emergente, che forniscono prodotti e servizi per l’istruzione, combattere le malattie, aiutare i poveri e emarginati, e prodotti a tema cristiano. Altri criteri sono il trattamento dei dipendenti, la partecipazione alla comunità di riferimento e la cura dell’ambiente. http://www.etf.com/BLES
  • Inspire Small/Mid Cap Impact ETF (ticker ISMD). ISMD include 500 titoli americani di piccole e medie dimensioni che vengono sottoposti a screening per allinearsi ai valori biblici e all’impatto positivo sul mondo secondo diversi criteri di ESG. http://www.inspireetf.com/etf/inspire-small-mid-cap-impact-etf/
  • Corporate Bond Impact Etf (ticker IBD). IBD, è composto da 250 investment grade, corporate bonds a medio termine emessi dalle maggiori aziende large cap “blue chip” negli Stati Uniti. http://www.inspireetf.com/etf/inspire-corporate-bond-impact-etf/

Andrea Gasperini
Responsabile Aiaf “Mission Intangibles”