Osservatorio ESG

Lunedì, 31 Luglio, 2017

La Commissione Europea indica la roadmap per la finanza sostenibile

L’High-Level Expert Group on Sustainable Finance della Commissione Europea dopo sei mesi di intensivo lavoro ha riassunto i primi risultati nella sua Relazione intermedia, pubblicata il 13 luglio 2017, “Financing a Sustainable European Economy” di seguito riassunta.

La finanza sostenibile si pone due obiettivi tassativi. 

  • Il primo obiettivo è quello di migliorare il contributo della finanza verso una crescita sostenibile e inclusiva resa possibile, in particolare, finanziando le esigenze a lungo termine delle società per l’innovazione e le infrastrutture accelerando la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio ed un utilizzo efficiente delle risorse.
  • Il secondo obiettivo è quello di rafforzare la stabilità finanziaria migliorando la valutazione e la gestione dei rischi materiali a lungo termine e quello dei driver immateriali dai quali dipende la creazione del valore, inclusi quelli legati ai fattori ambientali, sociali e la governance (ESG).

Il progresso della finanza sostenibile non inizia con la finanza stessa ma il primo passo è quello di definire il modello economico di sostenibilità desiderato e punti centrali di quello dell’Unione Europea sono: un’economia a basse emissioni di carbonio, l’efficienza in termini di utilizzo delle risorse e un sempre maggiore incremento dell’economia circolare caratterizzata da una elevata occupazione, l’innovazione tecnologica e la crescita sostenibile.

Il secondo passo consiste nel valutare come deve cambiare la finanza per spostare l’economia verso il modello desiderato. Ciò implica un adattamento delle politiche e del regolamento finanziario, nonché una modifiche nelle pratiche, le norme e i comportamenti del mercato finanziario. 

Per guidare questo secondo passo, la Commissione Europea ha istituito il 22 Dicembre 2016 un Gruppo di Esperti il cui compito è dedicato all’analisi della finanza sostenibile con l’obiettivo di guidare verso un sistema finanziario sostenibile che promuove la sostenibilità negli sviluppi economici, sociali e ambientali attraverso raccomandazioni su come sostenere la “solidità” nel quadro della politica regolamentare e finanziaria dell’Unione Europea e su come mobilitare i flussi di capitali verso investimenti e finanziamenti sostenibili.

Il 13 Luglio 2017 il Gruppo di Esperti, dopo aver completato in sei mesi la prima fase di incontri, ha sintetizzato i risultati del lavoro fatto in un Interim Report e si è posto l’obiettivo di presentare la Relazione conclusiva entro la fine del mese di dicembre 2017. La relazione intermedia delinea le aree chiave dove i responsabili politici europei potrebbero ulteriormente allineare le pratiche finanziarie con gli obiettivi di politica sostenibile. 

L’Interim Report è strutturato nei seguenti sei capitoli:

  • Il capitolo I è introduttivo.
  • Il capitolo II fornisce una visione complessiva di un sistema finanziario sostenibile, descrive le principali barriere che dovranno essere affrontate per realizzarlo, i fattori critici di successo e le opportunità di miglioramento.
  • Il capitolo III esplora quindi le modalità per integrare la sostenibilità nel quadro della politica di regolamentazione finanziaria dell’UE, ed affronta tematiche quali la disclosure, l’accounting, il dovere fiduciario, il reporting aziendale e i benchmark.
  • Il capitolo IV si concentra su una descrizione di tutti coloro che partecipano al mercato (banche, società di assicurazioni, fondi pensione e gestori di patrimoni) e i market facilitators (incluse le agenzie di rating e le borse valori).
  • Il capitolo V descrive quali iniziative consentono di muovere maggiori flussi di capitale verso la sostenibilità, sia in termini di finanza pubblica che privata. Inoltre affronta la questione delle tassonomie di sostenibilità e degli standard.
  • Il capitolo VI presenta una iniziale serie di raccomandazioni e aree da prendere in considerazione.

 

Andrea Gasperini
Responsabile Aiaf “Mission Intangibles®”