Nuovi Gruppi di lavoro

Venerdì, 25 Maggio, 2018

I rifiuti nell’economia circolare

Socio Responsabile: Andrea Gasperini

Il presente Gruppo di Lavoro di Aiaf si pone l’obiettivo di fornire un inquadramento generale dell’economia circolare con particolare riferimento al ciclo dei rifiuti nonché di definire il posizionamento strategico del nostro paese su tale tematica, in continuità con gli impegni adottati nell’ambito dell’Accordo di Parigi 2015 sui cambiamenti climatici, dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, in sede G7 e nell’Unione Europea con l’High Level Expert Group on Sustainable Finance e l’Action Plan della Commissione Europea dell’8 marzo 2018.

L’avvio di una transizione verso l’economia circolare si ritiene che rappresenti un input strategico di grande rilevanza con il passaggio da una “necessità” (l’efficienza nell’uso delle risorse, la gestione razionale dei rifiuti) ad una “opportunità” ovvero progettare i prodotti in modo tale da utilizzare ciò che adesso è destinato ad essere rifiuto come risorsa per un nuovo ciclo produttivo.

Finalità è quella di individuare i dati economico finanziari significativi dell’uso efficiente delle risorse e dei modelli di produzione e consumo sostenibile per gli Analisti Finanziari, stimolando un dialogo sempre più stretto tra investitori ed aziende, facendo comprendere quali informazioni standard vengono richieste in merito in particolare ai fattori ambientali, sociali e quali sono gli impatti sul sistema economico / finanziario del Paese e sui risultati economici delle imprese.

 

AREA ASSET Management: approfondimento su Automated investment management ovvero ROBO-ADVISORY

Socio Responsabile: Aurelio Lonardo

Approfondire e decodificare l’Automated investment management ovvero il robo-advisory per le particolari ripercussioni che potrebbe avere nell’ambito dell’asset management I robo-advisers, conosciuti anche come intelligent wealth management o consulenti robot, puntano ad offrire servizi di gestione patrimoniale su misura in modo rapido e conveniente a tutti gli investitori invece che soltanto a clienti con un elevato patrimonio netto (HNWI). L’obiettivo è offrire servizi di gestione patrimoniale a basso costo marginale tramite Internet e dispositivi mobili con l'ausilio di tecnologie Internet, analisi di big data, modelli finanziari quantitativi e algoritmi. È una combinazione di tecnologia e finanza. 
Allegati: