2016, n. 98 - I Rivista AIAF online

* La presente pagina potrebbe contenere allegati visibili ai soli soci ed abbonati previa autenticazione tramite il form di login

In una fase di rapida evoluzione delle professioni, AIAF deve assumere anche il ruolo di Financial School aperta a tutti i professionisti consapevoli del salto di qualità necessario per rispondere al mercato. Il Presidente Paolo Balice spiega in un’intervista la strategia alla base dell’apertura ai consulenti finanziari. 

Giovanni Bottazzi continua a seguire le alterne vicende del Ttip, il trattato transatlantico sui commerci che riserva continue (e sgradite) sorprese. 

Intanto, dopo i Panama Papers, merita prestare attenzione ad un’altra sigla: Beps, ovvero il progetto anti-evasione internazionale. Paolo Besio ci introduce negli sviluppi del piano già avviato che ha preso il via in sede OCSE. 

Al Questionario MiFID è delegata la funzione fondamentale di dare un giudizio sulla propensione al rischio degli investitori. La missione, nei fatti, è sostanzialmente fallita, come confermano le recenti vicende di Popolare dell’Etruria. Perché non chiedere il supporto dell’analisi grafologica si chiedono Alfonso Scarano e Pietro Chinaglia? Sembra un’idea singolare ma non lo è. Del resto, in occasione del prossimo aumento di Popolare di Vicenza sarà chiesta ai sottoscrittori una dichiarazione di proprio pugno. 

L’impact investing delle decisioni di investimento non è stato ancora oggetto di analisi adeguata in Italia: Andrea Casadei e Federica Cembali affrontano il tema. Il team di EticaNews, da questo numero, offre una serie di segnalazioni sul mondo, in costante ebollizione, della social responsibility. 

Emanuela Fusa illustra le novità OCSE in materia di transfer pricing. 

Infine, l’analisi tecnica, curata dal team di Alessandro Magagnoli, Claudia Cervi e Mauro Rotunno. La straordinaria volatilità di inizio anno ha riportato in primo piano l’AT, oggetto di uno dei corsi brevi di AIAF Formazione.

Il supplemento della Rivista è dedicato agli studi di Marcello Bredice, summa preziosa per seguire il dibattito su banche, moneta e rapporti, sempre più complessi e delicati tra l’Italia e Bruxelles, investita da più focolai di crisi: la crisi economica, la spaccatura emergente tra i malumori della Germania, insofferente dei bassi tassi di interesse, e le scelte di Mario Draghi, necessarie per evitare il collasso dell’Eurozona. Un esame di coscienza non ideologico ma problematico che abbiamo deciso di proporre ai lettori ripubblicando, assieme all’ultimo capitolo, i precedenti lavori del socio, che ringraziamo.

Editoriale
Estate calda: banche, robot e la scommessa di Draghi e Yellen – A cura della Direzione
Vita Associativa
Panel Strategist
Intervista a Paolo Balice
AIAF, palestra di qualità per la finanza italiana. Strategica l’apertura ai consulenti - A cura della Direzione
Trattati internazionali
TTIP, la trasparenza non abita qui. E spunta il Ceta, arbitro pro Usa - di Giovanni Bottazzi
Trattati internazionali
Decolla il progetto Beps, l’arma degli Stati contro nuovi Panama Papers - di Paolo Besio
Governance e Regole
Questionario MIFID, meglio l'esame grafologico della scrittura del test attuale - di Alfonso Scarano e Piero Chinaglia
Finanza Sostenibile
Responsabilità sociale e investimenti: quanto pesa l’impatto sociale - di Andrea Casadei e Federica Cembali
Finanza Sostenibile
L’ESG nel mondo: l’attualità social responsible vista da Etica News - A cura di ETicaNews
Bilanci e Governance
La regola d'oro per un bilancio chiaro, vero e corretto - di Bruno Ricci
Finanza e Fisco
Transfer Pricing e beni Intangibili, le novità dell’OCSE - di Emanuela Fusa
Analisi Tecnica
Brexit, Cina e la corsa alla Casa Bianca. I test dei mercati - di Alessandro Magagnoli, Claudia Cervi e Mauro Rotunno
Supplemento alla Rivista
Italia ed Euro: Banche, moneta e regole - di Marcello Bredice